MOG231 – Codice Etico


Si rende noto che ATAP S.p.A. ha provveduto ad approvare e conseguentemente adottare un Modello Organizzativo di Gestione e controllo idoneo ad avere efficacia esimente della responsabilità amministrativa della Società, ai sensi del D. Lgs. 8 giugno 2001 n. 231.

L’AZIENDA al fine di assicurare condizioni sempre maggiori di correttezza e di trasparenza nella conduzione delle attività aziendali, ha ritenuto conforme alle proprie politiche aziendali procedere all’adozione di un MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO in linea con le prescrizioni del DECRETO e sulla base delle Linee Guida emanate dall’Associazione di Categoria ASSTRA.
Tale iniziativa è stata assunta nella convinzione che l’adozione di tale MODELLO possa costituire un valido strumento di sensibilizzazione nei confronti di tutti i DESTINATARI (TRA CUI SONO INCLUSI A PIENO ANCHE I COLLABORATORI ESTERNI DELL’AZIENDA), affinché seguano, nell’espletamento delle proprie attività, comportamenti corretti e lineari nel rispetto dei principi etici e dei valori sui quali si fonda storicamente l’AZIENDA, tali da prevenire il rischio di commissione dei reati contemplati nel DECRETO.

Tale Modello, che consta di una Parte Generale, comprendente fra l’altro il Codice Etico appositamente adottato dall’azienda e lo specifico sistema sanzionatorio previsto dal Decreto 231 per sanzionare le fattispecie di violazione del Modello stesso, e di 16 Parti Speciali, riferite ciascuna ai possibili ambiti di violazione individuati dal Decreto 231, rappresenta un moderno ed utile strumento di Corporate Governance in grado di garantire:
– la promozione e la difesa dei Principi Etici che caratterizzano l’operato dell’azienda;
– l’esistenza di un sistema aziendale strutturato e organico di prevenzione e controllo, finalizzato alla riduzione del rischio di commissione di reati e di violazioni al Codice Etico adottato dall’azienda;
– la corretta informazione a tutti coloro che operano a qualsiasi titolo in nome, per conto o comunque nell’interesse dell’azienda che la violazione delle prescrizioni contenute nel Modello comporterà l’applicazione di apposite sanzioni ovvero la risoluzione del rapporto contrattuale.

L’adozione di tale Modello Organizzativo va così ad aggiungersi alle ormai consolidate certificazioni ISO 9001 (certificazione di “Qualità” acquisita a partire dal 2000), ISO 14001 (certificazione “Ambientale” acquisita a partire dal 2008) e OHSAS 18001 (certificazione in materia di “Salute e Sicurezza del Lavoro”, acquisita a partire dal 2012), completando un quadro organizzativo coerente con una politica aziendale costantemente orientata al soddisfacimento delle esigenze dell’utenza e all’adozione di procedure volte al rispetto delle regole e dei principi etici nell’interesse comune di tutti i soggetti coinvolti a vario titolo nei rapporti con l’azienda: dagli Enti Proprietari, agli Utenti del servizio, dai Fornitori allo stesso Personale Dipendente.

Allegati:

MOG 231 Parte Generale

MOG 231 Parti Speciali

Codice Etico

Organismo di Vigilanza ex D.Lgs. 231/2001